Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
PSICOLOGIA Scuola di Psicologia

Caratteristiche e sbocchi professionali

Il Corso di laurea Magistrale in Psicologia, articolato in quattro curricula, ha la durata normale di ulteriori 2 anni dopo la laurea di primo livello. L’attività normale dello studente corrisponde al conseguimento di 120 crediti formativi universitari nei due anni, suddivisi in circa 60 all’anno. Lo studente può conseguire il titolo quando abbia ottenuto 120 crediti, adempiendo a tutto quanto previsto dalla normativa vigente.

 

Profilo culturale e professionale del laureato magistrale

Il corso di Laurea Magistrale in Psicologia presuppone il possesso di una solida base di conoscenze e competenze in tutti i gli ambiti delle scienze e tecniche di Psicologia e, in particolare, nei quattro principali ambiti di studio, di ricerca e di intervento che riguardano la psicologia generale e sperimentale, la psicologia dello sviluppo e dell’educazione, la psicologia sociale e del lavoro, la psicologia clinica e della salute. Il corso di studi mira alla formazione di laureati magistrali con competenze specialistiche nell’ambito della psicologia. Tali laureati dovranno possedere:
  • conoscenze teoriche e operative approfondite dei metodi e delle tecniche di ricerca, inclusi quelli innovativi, in psicologia;
  • capacità di utilizzare strumenti conoscitivi e di intervento, per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione, riabilitazione e sostegno in ambito psicologico, rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità, anche in contesti interdisciplinari;
  • capacità di progettazione, attuazione e gestione di interventi relazionali congruenti con le esigenze delle persone, dei gruppi, delle organizzazioni e delle comunità, anche in contesti interdisciplinari;
  • capacità di effettuare la valutazione della qualità, dell'efficacia e dell’efficienza degli interventi;
  • competenze approfondite nel gestire e trasmettere l’informazione in maniera adeguata alle caratteristiche dell’interlocutore;
  • i principali strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza;
  • abilità di apprendimento che consentano di continuare in modo autonomo la formazione e l’aggiornamento, anche successivamente al conseguimento del titolo;
  • capacità di esercitare, nel rispetto delle norme deontologiche, piena autonomia professionale, di assumere la responsabilità del proprio operato, di lavorare in modo collaborativo in équipe multidisciplinari.
Inoltre, in relazione al curriculum seguito, dovranno possedere conoscenze specialistiche a livello teorico, progettuale ed operativo nei diversi ambiti della psicologia, con particolare riferimento a:
  • psicologia generale e sperimentale; neuropsicologia, neuroscienze cognitive, psicobiologia, psicofisiologia; psicologia dello sviluppo; psicologia scolastica; psicologia dell’istruzione e della formazione; psicologia sociale; psicologia del lavoro e delle organizzazioni; psicologia della comunicazione; psicologia clinica; psicologia della salute; psicologia di comunità.

 

I laureati nei corsi di laurea magistrale della Classe LM-51 potranno esercitare funzioni di elevata responsabilità nelle organizzazioni e nei servizi diretti alla persona, ai gruppi, alle comunità (scuola, sanità, pubblica amministrazione, aziende).

Ai fini indicati i curricula dei corsi di laurea magistrali prevedono:

  • attività formative per seminari, laboratorio, esperienze applicative in situazioni reali o simulate, per un congruo numero di crediti;
  • lo svolgimento di attività che abbiano valenza di tirocinio di orientamento, per un congruo numero di crediti;
  • attività esterne e soggiorni di studio presso altre università italiane ed europee, anche nel quadro di accordi internazionali.

 

Gli obiettivi formativi di ciascuna laurea magistrale fanno riferimento a uno o più ambiti di intervento professionale:

  • psicologia generale e sperimentale; psicologia dinamica; psicologia cognitiva applicata;
  • ergonomia cognitiva; neuropsicologia e neuroscienze cognitive, psicobiologia, psicofisiologia;
  • psicologia dello sviluppo; psicologia dell'istruzione e della formazione; psicologia scolastica;
  • psicologia sociale; psicologia del lavoro e delle organizzazioni; psicologia economica;
  • psicologia dei processi di acculturazione; psicologia della comunicazione; psicologia clinica;
  • psicologia della salute; psicologia di comunità.

 

Sbocchi occupazionali


I laureati nel Corso di laurea magistrale in Psicologia potranno svolgere la propria attività lavorativa – sia come libero professionisti sia con rapporto di dipendenza – nei diversi ambiti di intervento professionale cui fanno riferimento i quattro curricula. Potranno esercitare funzioni di elevata responsabilità in attività di ricerca, di didattica, di intervento, di consulenza nelle organizzazioni e nei servizi diretti alla persona, ai gruppi, alle comunità, nonché presso enti e istituzioni pubbliche, private e di terzo settore. Potranno, inoltre, effettuare il coordinamento e la supervisione dei dottori in tecniche psicologiche.

La laurea magistrale nella Classe LM-51 Psicologia – così come la laurea in Psicologia conseguita con il percorso quinquennale del vecchio ordinamento – avvia alla professione di Psicologo, che è regolamentata dalla legge e prevede l'iscrizione all’ordine professionale. Lo psicologo svolgerà la sua attività in strutture pubbliche e private come dipendente, consulente o libero professionista, in ambito sanitario, socioassistenziale, aziendale, educativo, organizzativo, sportivo, della comunicazione, ecc.

 
ultimo aggiornamento: 31-Mag-2016
Unifi Home Page

Inizio pagina